Sony spiega perché ha scartato l’idea della console “entry level”

Nel corso di un’intervista concessa ad AV Watch, il CEO di Sony Jim Ryan ha riflettuto sulla strategia nextgen dell’azienda giapponese e ha spiegato perché, a differenza di quanto fatto dai designer Microsoft con Xbox Series S, ha scartato l’idea di una “versione entry level” di PlayStation 5.

L ‘Amministratore delegato del gigante della tecnologia giapponese inizia affermando che “La prima cosa che vorrei sottolineare è che rispetto la decisione presa da ogni concorrente, oltre che rispetto le loro filosofie. Chiaramente, il prezzo è un fattore molto importante. (per il lancio di una console nextgen, ndr). Rispettiamo le strategie perseguite da altre aziende del settore. Tuttavia, siamo pienamente impegnati nella nostra strategia PS5, crediamo nel lavoro che stiamo facendo e nei suoi effetti. “.

Sempre secondo il CEO di Sony, creando un file console a basso prezzo e con specifiche ridotte, come nel caso di Xbox Series S (che però non viene mai menzionato apertamente da Ryan durante l’intervista), “È qualcosa che non ha avuto grandi risultati in passato. Abbiamo considerato questa opzione e abbiamo visto quanto fosse problematico gestire questa cosa. Sulla base della nostra ricerca, è chiaro che le persone che acquistano una console vogliono continuare a usarla almeno per quattro, cinque, sei o anche sette anni. Vogliono credere di aver comprato qualcosa che è a prova di futuro e che non diventi obsoleto in due o tre anni “..

Nel concludere il suo discorso, Ryan lo sottolinea “Gli utenti vogliono essere sicuri che se decidono di acquistare una nuova TV, la loro attuale console supporterà lo standard 4K della TV che desiderano”..

Antonia Angelo

Antonia Angelo

Affascinato e curioso di tecnologia e design, sin da bambino ho sempre studiato e guardato il mondo evolversi intorno a me ponendomi sempre nuove domande a cui rispondere. Grazie all'esperienza professionale acquisita negli anni, comunico in modo chiaro e preciso riuscendo a rispondere a specifiche richieste del cliente e / o dell'utente di riferimento. Per me, l'aspetto grafico rappresenta un modo di comunicazione visiva che mira a emozionare. Viaggio spesso per partecipare a corsi o incontri per aggiornarmi, conoscere e confrontarmi / misurarmi con nuove persone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *