Tirac Microsoft ha firmato un’offerta con Oracle

TickTalk, un’app di condivisione video destinata agli Stati Uniti per questioni di sicurezza nazionale, rifiuta l’offerta di Microsoft e si trasferisce a collaborare con Oracle. Una fonte vicina ai colloqui, citando CNBC, ha rivelato che nelle scorse ore ByteDance, il gruppo cinese che gestisce l’app, ha deciso di non vendere asset negli Usa al gruppo.

“Fateci sapere oggi che Byte Dance non ha alcuna intenzione di vendere la sua attività negli Stati Uniti a Microsoft”, ha detto in un post sul blog il gruppo guidato da Satya Nadella. “Riteniamo che la nostra proposta sia buona per gli utenti di TicTac, proteggendo allo stesso tempo gli interessi della sicurezza nazionale”. TicTac è stato colpito il mese scorso con un ordine di vendita di asset negli Stati Uniti e domani verrà fatto un annuncio per evitare un divieto di operazioni negli Stati Uniti, che entrerà in vigore il 29 settembre.

Tuttavia, l’accordo dovrebbe essere finalizzato entro il 12 novembre. Con l’eccezione di Microsoft, il gruppo Oracle della Silicon Valley, che ha forti legami con l’amministrazione guidata da Donald Trump, e sebbene non sia nei principali gruppi statunitensi, fornisce un’infrastruttura cloud che è in prima linea per un accordo. In questo campo. In base all’accordo proposto, citato da fonti dell’agenzia Reuters, Oracle diventerà un partner tecnologico e assumerà la gestione dei dati dei clienti statunitensi di TikTalk. Il gruppo statunitense è in trattative per una quota delle risorse statunitensi dell’app gestite da Byte Dance.

Il Wall Street Journal conferma che Oracle sarà un partner tecnologico e considererà la gestione dei dati degli utenti statunitensi di TickTalk come un partner “affidabile”. Il prossimo passo è che la Casa Bianca e la Commissione per gli investimenti esteri degli Stati Uniti approvano l’accordo.

L’ultimatum di Trump è fissato per il 15 settembre

La vendita delle attività statunitensi di China Byte Dance Tiktok non sarà estesa oltre il 15, ha confermato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump in una conferenza stampa. “Vedremo cosa succederà”, ha detto Trump. “Per motivi di sicurezza chiuderemo Tiktok in questo paese, o verrà venduto”, ha detto il presidente. “Non sto prolungando la scadenza, è il 15 settembre. Non ci sarà alcuna proroga della scadenza per Tick Tock”.

Trump ha firmato un decreto che vieta le transazioni con i proprietari cinesi delle app TikTalk e WeChat, spingendo così in modo efficace China Bydance a vendere la sua partecipazione nelle operazioni TikTalk negli Stati Uniti.

Larry Ellison, uno dei pochi sostenitori che Donald Trump si è trovato nella Silicon Valley, è sceso in campo ad agosto per portare a termine le operazioni americane di Tiktok.

Oracle, un uomo d’affari di 76 anni con una fortuna di quasi $ 65 miliardi (al 12 ° posto nel Bloomberg Billionaires Index), ha contattato il gruppo di fondi americano – General Atlantic e Sequoia – per sfidare Microsoft. Ai primi di agosto era già stato annunciato che stava cessando l’interesse per le operazioni dell’applicazione: oltre agli Stati Uniti, il pacchetto comprendeva anche Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Benvolio Cavallone

Benvolio Cavallone

Sono molto di più: sono un marketer, uno stratega dei social media, un blogger, un esperto di SEO. In breve, sono il ragazzo che può aiutare la tua azienda ad avere successo nel mercato italiano. Nel 2019 ho aiutato oltre 15 aziende a comunicare efficacemente con le loro prospettive e il pubblico italiano. Tra i miei clienti, posso vantare H&M, Organo Gold, SEGA, Pinnacle, Radison Hotels, Holland Pass e Voyage Privé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *