Trump invoca il nome di George Floyd durante il discorso

Il presidente Trump parla in una conferenza stampa alla Casa Bianca a Washington il 5 giugno.
Il presidente Trump parla in una conferenza stampa alla Casa Bianca a Washington il 5 giugno. Piscina

Il presidente Trump ha invocato il nome di George Floyd durante la sua apparizione sulla stampa alla Casa Bianca per celebrare i nuovi numeri di lavoro di venerdì.

In una delle poche sezioni del suo discorso che sembra provenire da commenti preparati, Trump ha dichiarato: “L’uguaglianza della giustizia ai sensi della legge deve significare che ogni americano riceve lo stesso trattamento ad ogni incontro con le forze dell’ordine, indipendentemente dalla razza, colore, genere o credo. Devono essere trattati equamente dalla polizia. Devono riceverlo “.

“Abbiamo visto tutti quello che è successo la scorsa settimana. Non possiamo lasciare che succeda. Speriamo che George guardi in basso e dica che questa è una grande cosa che sta accadendo nel nostro paese. (È) un grande giorno per lui. È un grande giorno per tutti. Questo è un grande giorno in termini di uguaglianza ”, ha continuato Trump.

“È ciò che richiede la nostra Costituzione ed è ciò che riguarda il nostro Paese”, ha concluso.

Prima dei suoi commenti su Floyd e pari giustizia davanti alla legge, i commenti di Trump sulle proteste in corso dopo la morte di Floyd si erano concentrati principalmente sull’elogio del lavoro che la polizia stava facendo per soffocare i manifestanti e sollecitare alcuni stati a consentire l’ingresso della Guardia nazionale.

“Chiamami, saremo pronti per loro così in fretta che gireranno le loro teste”, ha detto, notando il successo a Minneapolis e criticando il sindaco della città.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *