Ucraina-Russia, le notizie di oggi | Gli ucraini avanzano di 16 km a Donetsk. Kiev: «Raid a Kherson, un neonato tra le 7 vittime»

• Gli ucraini avanzano di pochi chilometri a sud: piccoli vantaggi tattici, in attesa di successi strategici.
• A Mariupol, i partigiani ucraini hanno appiccato il fuoco a una base militare russa.
• Un altro grande incendio è scoppiato vicino a Mosca.
• Kiev: “500 bambini ucraini uccisi dall’inizio della guerra”

08:50 – Traffico interrotto sul ponte di Crimea

Questa mattina il traffico sul ponte di Crimea è stato interrotto: riferisce Rbc-Ucraina. Alcuni canali Telegram locali, aggiungono i media, segnalano un allarme aereo nella zona della struttura nella penisola annessa alla Russia.

08:30 – Il Ministro della Difesa cinese visita Russia e Bielorussia

Il ministro della Difesa cinese Li Shanfu sarà in visita tra oggi e il 19 agosto in Russia e Bielorussia. Lo ha annunciato il ministero della Difesa di Pechino, citato dall’agenzia di stampa russa Ria Novosti, “su invito del ministro della Difesa russo, Sergheii’ Shoigu, e il ministro della Difesa bielorusso, Viktor Khrenin”. Parteciperà alUndicesima conferenza di Mosca sulla sicurezza internazionale. L’appuntamento è fissato per domani e, come annunciato da Mosca, in apertura è previsto un intervento del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov.

08:24 – Kiev: pronta a evacuare con la forza 388 bambini da Donetsk

Le autorità di Donetsk, nell’est dell’Ucraina, sono pronte a evacuare con la forza 388 bambini e i loro genitori dalle zone più calde della regione, se questi ultimi si opporranno a lasciare le loro case, ha affermato il capo dell’Amministrazione militare regionale, Pavlo Kyrylenko. “Per quanto riguarda i bambini rimasti, solo i genitori prendono decisioni su di loro. Ma se comprendiamo che, purtroppo, i genitori non decideranno (di evacuare), la Commissione regionale per la sicurezza tecnologica ed ecologica e le situazioni di emergenza deciderà sulla base della decisione del Consiglio dei ministri di evacuare con la forza i bambini con i genitori . Ci sono 388 bambini di questo tipo: in alcune parti dei distretti di Bakhmut e Kramatorsk”, ha detto Kyrylenko. Tutti i bambini delle famiglie adottive sono già stati portati in regioni più sicure del Paese, ha aggiunto.

08:03 – Putin in Turchia “nei prossimi giorni”: prima visita del presidente russo in un Paese membro della Nato dall’inizio della guerra

Ankara ha intensificato il lavoro diplomatico e spera che il presidente russo Vladimir Putin possa visitare la Turchia nei prossimi giorni. Lo scrive il quotidiano turco Milliyet citando una “fonte informata”. Il canale televisivo turco A Haber ha riferito sabato che i leader turco e russo Recep Tayyip Erdogan e Vladimir Putin potrebbero tenere colloqui a fine agosto o inizio settembre, e non è esclusa la visita di Erdogan in Russia.

La data e il luogo dei colloqui programmati tra i presidenti di Turchia e Russia sono ancora in discussione, la parte turca conta su agosto, ha detto successivamente a RIA Novosti una fonte dell’amministrazione del leader turco. Il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov ha riferito in precedenza che Putin ed Erdogan hanno concordato di determinare il luogo e l’ora esatti dell’incontro il prima possibile. Peskov lo aveva spiegato i temi all’ordine del giorno saranno i rapporti bilaterali, l’Ucraina e la questione dell’accordo sull’esportazione del grano dal Mar Nero, che Mosca ha sospeso dal 17 luglio. Secondo Milliyet, Putin potrebbe visitare la Turchia “nei prossimi giorni”; sarebbe il prima visita del presidente russo in un paese membro della NATO dall’inizio della guerra in Ucraina.

07:54 – Tre feriti nel raid russo su Odessa

E’ di tre feriti il ​​bilancio dei raid condotti dai russi con droni e missili contro Odessa. Lo ha annunciato il governatore della regione, Oleh Kiper, secondo il quale i frammenti dei missili caduti sulla città hanno provocato una serie di incendi. Le forze armate ucraine hanno affermato di aver abbattuto tutti i 15 droni russi sparati contro Odessa e otto missili Kalibr. Anche il vicino Mykolaiv è stato colpito.

07:50 – Esplosioni a Kherson al mattino

Esplosioni si sono sentite questa mattina a Kherson: lo riferisce l’emittente di stato ucraina Suspilne, citando i suoi inviati. Le esplosioni seguono gli attacchi russi di ieri nella regione che hanno ucciso sette persone, tra cui un’intera famiglia: una coppia ei loro due figli di 12 anni e una bambina di 23 giorni.

05:57 – Kiev: respinti tre attacchi notturni a Odessa. «Distrutti 15 droni e 8 missili Calibre»

Le forze di difesa ucraine hanno respinto tre attacchi russi durante la notte alle Odessa, abbattendo 15 droni e 8 missili Calibre. Lo hanno riferito su Telegram le stesse forze di difesa del sud. Frammenti di missili abbattuti – precisano – hanno danneggiato un supermercato e un ostello, e tre persone sono rimaste ferite. “Tutti gli attacchi sono stati respinti dalle forze di difesa aerea”. I vigili del fuoco hanno lavorato alacremente per spegnere gli incendi divampati nei due edifici colpiti. Inoltre, numerose finestre sono state distrutte dall’onda d’urto. Danneggiate anche alcune auto parcheggiate nelle vicinanze.

04:56 – Esplosioni udite a Odessa, allerta aerea nella regione

Sono state udite esplosioni a Odessa nella notte, secondo la pubblicazione ucraina Obshestvennoye. Non sono stati forniti dettagli aggiuntivi. Klimenko Time ha riferito di esplosioni a Odessa in precedenza. Annunciata anche un’allerta aerea nella regione. Lo riferisce anche la Tass. L’allerta aerea era stata cancellata in altre otto regioni dopo circa quaranta minuti.

04:25 – Zelensky: “Non lasceremo senza risposta nessun crimine commesso dalla Russia”

“Ogni occupante distrutto, ogni veicolo russo bruciato, gli incendi nei loro quartier generali e nei magazzini, il fumo molto significativo dal ponte di Crimea e altro ancora: tutto ciò dimostra che non lasceremo senza risposta alcun crimine commesso dalla Russia”. Lo ha detto il presidente ucraino in un videomessaggio Volodymyr Zelenskij.

L’artiglieria russa ha ucciso oggi cinque persone nel villaggio di Schyroka Balka, nella regione di Kherson, tra cui una famiglia di quattro persone con padre, madre, un figlio di 12 anni e un bambino di poco più di tre anni, secondo le autorità ucraine. settimane. La regione è stata bombardata 17 volte durante il giorno, ha detto Zelenskyy nel suo discorso. Secondo le autorità, un totale di sette persone sono state uccise e circa altre 15 ferite.

03:50 – Nyt: “Progressi tatticamente significativi nella controffensiva di Kiev”

Dopo mesi di estenuanti combattimenti, le forze ucraine stanno compiendo progressi significativi lungo due principali linee di attacco. Lo scrive il New York Times citando analisti, funzionari ucraini e blogger militari russi. Sebbene l’Ucraina non sia avanzata di più di 10 o 12 miglia (16-19 chilometri) su entrambe le linee di attacco, i suoi guadagni sono importanti in quanto sta costringendo Mosca a deviare le forze da altre parti della linea del fronte, affermano gli analisti militari citati. dal quotidiano statunitense. L’Institute for the Study of War, un think tank con sede a Washington, ha definito i progressi “tatticamente significativi”.

Secondo il NYT, gli ucraini stanno avanzando verso sud lungo due direttrici principali: attraverso il villaggio orientale di Staromaiorske verso la città occupata dai russi di Berdiansk, e più a ovest verso la città occupata dai russi di Melitopol, un importante snodo dei trasporti vicino al costa . Le forze ucraine sono avanzate di circa 16-19 km lungo entrambe le linee dai loro punti di partenza all’inizio della controffensiva all’inizio di giugno. L’obiettivo di Kiev è raggiungere il Mar d’Azov e creare un cuneo tra Russia e Crimea. Tuttavia, gli analisti militari avvertono che le forze ucraine devono ancora affrontare una lunga, lenta e sanguinosa avanzata contro le truppe russe posizionate dietro difese ben progettate e fortificate.

03:00 – 500 bambini uccisi dalle bombe in Ucraina: volti, nomi, storie

(di Lorenzo Cremonesi, inviato a Kharkiv) Una bambina e un ragazzo volano verso il cielo guardando in alto. La bambina ha un orsacchiotto appeso alla mano destra che il bambino appena sotto di lei cerca di afferrare. Sulla base in marmo nero si legge un epitaffio: «Agli angioletti che tanto presto subirono la crudeltà degli uomini…». Le persone si fermano, recitano una preghiera a bassa voce, scattano una foto o semplicemente riflettono. Le autorità hanno inaugurato due mesi fa il monumento ai bambini morti qui a Kharkiv perché è la seconda città più grande del Paese e l’anno scorso è stata pesantemente bombardata dai russi. Le vittime furono migliaia, tra cui 77 bambini morti e quasi 250 feriti. Un dato in continua crescita per il Paese. Ieri il procuratore generale di Kiev ha ricordato che “i bambini morti sono ormai oltre 500”. Secondo l’Onu, già a giugno il numero dei bambini martiri era di circa 540 e 1.050 feriti in tutta l’Ucraina.

02:42 – Kherson, sale il numero delle vittime: morto anche un fratello di 12 anni del neonato deceduto

Sale a sette il numero dei morti nell’attacco russo Cherson con un’intera famiglia sterminata nel villaggio di Shyroka Balka: oltre al padre, alla madre e al bambino di 23 giorni, è morto anche il fratellino del bambino, un dodicenne deceduto in ospedale dopo aver riportato gravi ferite. “Un’intera famiglia è morta”, ha riferito su Telegram il ministro dell’Interno Igor Klymenko, postando immagini che mostrano le conseguenze dell’attacco, con una foto che mostra una colonna di fumo nero che si alza sopra una casa: Sempre nella regione, nel villaggio di Stanislav due uomini 57 e 71 anni sono stati uccisi e una donna è rimasta ferita.

02:15 – Gli ucraini avanzano di qualche chilometro a sud: piccoli vantaggi tattici, in attesa di successi strategici

(Andrea Marinelli e Guido Olimpio) Volodymyr Zelensky ha nuovamente chiesto pubblicamente all’Occidente di inviare più attrezzature per lo sminamento. Comprensibile che lo faccia visti gli ostacoli incontrati nell’assalto proprio a causa delle mine, strano però che non ci abbia pensato prima. La costruzione delle difese da parte dei russi era evidente, raccontata, denunciata. Non è una sorpresa.

Qui il punto militare completo.

01:49 – Mariupol, partigiani ucraini incendiano una base militare russa

I partigiani ucraini avrebbero appiccato il fuoco e distrutto una base russa nella città occupata di Mariupol. Lo ha affermato Petro Andriushchenko, consigliere del sindaco in esilio di Mariupol. Nel suo post su Telgram afferma che la base è stata incendiata questo pomeriggio, senza fornire altri dettagli. Una foto allegata mostra una colonna di fumo che si alza dietro un gruppo di alberi.

01:34 – Mosca, un enorme incendio è scoppiato nei pressi della capitale russa

Un enorme incendio è scoppiato in un magazzino nella città di Ramenskoye, ha detto il servizio di emergenza russo. Mosca. Lo riferisce l’agenzia di stampa Tass. “La dimensione dell’incendio è di 1.800 metri quadrati”, aggiunge l’agenzia. Secondo Ria Novosti, l’incendio è scoppiato in un magazzino di fertilizzanti; e i video pubblicati online mostrano un denso fumo nero e fiamme, visibili da centinaia di metri di distanza.

01:00 – Kiev: “500 bambini ucraini uccisi dall’inizio della guerra”

Almeno 500 bambini sono stati uccisi in Ucraina dalle forze russe dall’inizio dell’invasione e quasi 1.100 sono rimasti feriti, ha annunciato l’ufficio del procuratore generale del paese su Telegram, come riportato da Ukrinform. Più di 1.597 bambini in Ucraina hanno subito un’aggressione armata su larga scala da parte della Federazione Russa. A partire dalla mattina del 13 agosto 2023, secondo le informazioni ufficiali fornite dai procuratori minorili, 500 bambini sono stati uccisi e più di 1.097″ sono rimasti feriti. La maggior parte dei bambini è stata colpita nella regione di Donetsk, afferma la dichiarazione.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web