Usa, condanna a morte eseguita: è la prima su un afroamericano nell’era Trump

Ucciso da adolescente – Dopo 70 anni negli Stati Uniti, un detenuto viene condannato Morte per crimini commessi da adolescente, più di vent’anni dopo. E ora l’America si chiede: Christopher Valva era ancora lo stesso criminale capace di uccidere una giovane coppia a sangue freddo o era un uomo cambiato e pentito dopo la prigionia? Lisa Brown, la madre di Valva, è convinta che suo figlio fosse una persona nuova: “Mio figlio vuole che tu sappia che è profondamente dispiaciuto per il dolore che ha causato”, ha detto rivolgendosi alla famiglia delle vittime. Male suppliche della donna non serviva a evitare la pena capitale.

Omicidio atroce – Nel 1999 Christopher Valva aveva 19 anni. Insieme ad altri teppisti decise di farlo rapinare due giovani sposi. Todd e Stacie Bagley. Lui ei suoi complici hanno sorpreso la coppia all’interno della loro macchina, hanno rubato i loro soldi e fedi matrimoni e ottenuto con la forza il codice delle carte di credito. Finalmente, dopo una notte di divertimento con il i soldi Della rapina mentre marito e moglie erano chiusi nel bagagliaio, la banda ha deciso di uccidere gli ostaggi perché erano stati visti in faccia. Todd è stato ucciso da Valva con un colpo di pistola alla testa mentre Stacie è morta per aver respirato il Fumo diffuso dopo l’incendio dell’auto causato da criminali.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Galileus Web