Volkswagen ID.4: debutta il SUV elettrico con 520 km di autonomia

Dopo una lunga attesa La Volkswagen ID.4 è ufficialmente arrivata. Il marchio tedesco si è tolto i veli sul suo nuovo SUV elettrico su cui si concentra molto da allora intende venderne 500.000 all’anno. Inizialmente sarà proposto nelle versioni di lancio ID.4 1ST e ID.4 1ST Max basato su ID.4 Pro Performance. La vettura debutterà sui mercati europei nell’ultimo trimestre del 2020. Entrambi i modelli sono prodotti in serie limitata, per un totale di 27.000 unità. Successivamente arriveranno le “varianti di serie”. I prezzi per il mercato italiano non sono ancora stati resi noti. In Germania si parte da poco meno di 50mila euro.

DESIGN E INTERNI


Volkswagen ID.4 è il secondo modello del produttore da sviluppare sulla piattaforma modulare MEB che nasce appositamente per le auto elettriche e su cui nasceranno molti altri modelli del Gruppo. Il nuovo SUV a batteria misura 4.584 mm di lunghezza x 1.852 mm di larghezza x 1.612 mm di altezza. Il passo è di 2.766 mm, mentre la capacità del bagagliaio raggiunge i 543 litri. Abbattendo gli schienali dei sedili posteriori, la capacità di carico aumenta a 1.575 litri. È stato fatto un ottimo lavoro sull’aerodinamica poiché il Cx segna un valore di 0,28.

Parlando delle linee del SUV, il design è pulito ma allo stesso tempo muscoloso. Il design dei fari conferisce al frontale una personalità moderna. I grandi cerchi in lega esaltano l’aspetto sportivo dell’auto. I modelli ID.4 1ST e ID.4 1ST Max potranno farlo essere scelto nei colori Blue Dusk Metallic, Glacierwhite Metallic, Honey Yellow Metallic e Mangangrey Metallic.

Aggiungendo il pacchetto Style, sarà possibile caratterizzare la ID.4 con alcuni elementi che aumentano l’eleganza del veicolo: mentre il tetto e gli specchietti esterni restano neri, i montanti posteriori, la linea del tetto e le barre argento. I dettagli nella parte inferiore del corpo sono in Grey Tech o nero a seconda del colore del corpo.

Sull’ID.4 1ST Max I fari interattivi IQ.Light LED Matrix sono di serie che all’apertura dell’auto “saluta” il guidatore con un leggero movimento dei moduli luminosi. Inoltre, emettono una luce abbagliante permanente regolabile in modo intelligente che illumina il percorso senza abbagliare gli altri utenti della strada. Sempre su questo modello sono anche di serie Luci posteriori a LED 3D che integrano indicatori di direzione dinamici.

Passando agli interni, il passo lungo lo ha permesso creare un interno spazioso e confortevole. Per amplificare la sensazione di spazio, il tetto panoramico in vetro, di serie sull’ID.4 1ST Max. La consolle centrale, non collegata al cruscotto, conferisce un aspetto ordinato all’ambiente. Il cruscotto non ha pulsanti fisici, il che sottolinea le linee essenziali degli interni.

Il conducente vede le informazioni principali su un display compatto, che può controllare tramite il volante multifunzione. A destra dello schermo c’è una grande leva per la selezione delle modalità di guida. Al centro della plancia si trova l’ampio display touch per navigazione, telefonia, media, sistemi di assistenza e impostazioni del veicolo. Sull’ID.4 1ST lo schermo ha una diagonale di 10 pollici, che sale a 12 pollici sull’ID.4 1ST Max.

All’interno dell’abitacolo, di serie, presente anche la soluzione ID.Light, una sottile fascia sotto il parabrezza che in varie situazioni, ad esempio in curva o in frenata, sostiene il guidatore emettendo segnalazioni luminose. Sull’ID.4 1ST Max troviamo un display head-up con funzione di realtà aumentata di serie.

INFOTAINMENT E CONNETTIVITÀ


Ampia dotazione tecnologica del nuovo SUV elettrico ID.4. Entrambi i due modelli di lancio sono dotati del sistema di navigazione Discover Pro. Il sistema di infotainment può essere gestito anche tramite comodi e semplici comandi vocali. Presenta l’inevitabile supporta Apple CarPlay e ad Android Auto. Il guidatore può contare anche sull’interfaccia telefonica Comfort, che collega lo smartphone all’elettronica di bordo (di serie sull’ID.4 1ST Max).

Il SUV elettrico tedesco mette a disposizione We Connect Start che collega l’auto allo smartphone e all’infrastruttura del traffico del proprietario. Il pacchetto comprende i servizi di navigazione, che includono dati sui flussi di traffico e indicazione delle stazioni di ricarica vicine, con informazioni aggiornate in tempo reale. Attraverso l’app We Connect ID., i possessori di ID.4 possono controllare la carica e la climatizzazione dell’auto direttamente dal proprio smartphone e consultare il livello della batteria e l’autonomia.

Anche l’auto elettrica consegna la funzione di aggiornamento remoto online, che consente di aggiornare il software di servizio e i sistemi del veicolo tramite la rete mobile. In questo modo, molte funzioni possono essere costantemente migliorate.

MOTORE E AUTONOMIA


I due modelli di lancio del SUV elettrico sono dotati di un propulsore composto da un motore in grado di erogare 150 kW (204 CV), con una coppia di 310 Nm. L’accelerazione da 0 a 100 km / h richiede 8,5 secondi, mentre la velocità massima è limitata elettronicamente a 160 km / h. Per il 2021 è previsto il lancio di un modello con prestazioni ancora maggiori e trazione integrale. Con il gancio di traino opzionale, il SUV elettrico può trainare rimorchi fino a 1.000 kg. Per alimentare il motore Batteria da 77 kWh (capacità netta), del peso di 493 kg, in grado di offrono un’autonomia fino a 520 Km.

Il marchio garantisce che l’accumulatore, dopo 8 anni o 160.000 km, abbia ancora almeno il 70% della sua capacità originaria. Parlando di ricarica, è possibile la corrente continua alimentare l’auto fino ad una potenza massima di 125 kW. In circa 30 minuti è possibile recuperare una distanza di 320 km. In corrente alternata è possibile ricaricare fino a 11 kW di potenza.

Con il suo SUV, Volkswagen offre We Charge: un pacchetto completo per ricaricare le auto elettriche presenti sul mercato in modo pratico, connesso e sostenibile, che fornisce la soluzione più adatta per fare il pieno di energia durante i lunghi viaggi, in strada oa casa. App We Connect ID. consente un accesso pratico all’ecosistema di ricarica.

FINOCCHIO


L’ID.4 ha sistemi di guida avanzati (ADAS) che io sono chiamato IQ.Drive. I sensori di parcheggio acustici standard includono una funzione di frenata automatica durante le manovre. Di serie anche il sistema di assistenza al mantenimento della corsia Lane Assist, l’assistente alla frenata di emergenza Front Assist con funzione di frenata in curva, il sistema di assistenza per le manovre di sterzata e l’arresto automatico ACC con controllo della distanza. e vai con limitatore di velocità.

Il SUV elettrico ha anche Travel Assist che regola la distanza dal veicolo che precede e mantiene l’auto al centro della corsia. Per mantenere attiva la funzione, il guidatore deve solo toccare leggermente il volante capacitivo, che è parte integrante di questo sistema. Side Assist ti avverte prima di un cambio di corsia potenzialmente pericoloso. Emergency Assist rallenta l’ID.4 fino all’arresto se il conducente non è in grado di farlo.

ATTREZZATURA


Entrambe le varianti offerte al debutto hanno servizi molto ricchi. In particolare, l’ID.4 1ST comprende: cerchi da 20 pollici, pacchetto Style, sedili anteriori e volante riscaldabili, telecamera per la retromarcia, climatizzatore Climatronic a due zone, parabrezza riscaldato, sistema di navigazione Discover Pro, quattro prese USB, Front Assist, Regolatore automatico della distanza ACC stop & go e Lane Assist.

L’ID.4 1ST Max aggiunge: fari a LED Matrix, luci posteriori a LED 3D, ruote Narvik da 21 pollici, sterzo progressivo, regolazione adattiva dell’assetto DCC, tetto panoramico in vetro, finestre acustiche, Climatronic a 3 zone, portellone elettrico Easy Open & Close, Head-up display con funzione di realtà aumentata, display da 12 pollici, interfaccia telefonica Comfort, Travel Assist, Side Assist e Emergency Assist.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *