Yim Tin Tsai: l’isola abbandonata di Hong Kong

Hong Kong (CNN) – Mentre molti visitatori a Hong Kong Conosci l’isola principale di Hong Kong, sede di molti dei grattacieli della capitale finanziaria, la città è in realtà un arcipelago.
Molte delle isole di Hong Kong, come ad esempio Lantau, Lamma e Cheung Chau, sono residenziali e facilmente accessibili con il traghetto per pendolari. Ma altri sono un po ‘più difficili da esplorare.
Uno di questi è Yim Tin Tsai, nell’estremo nord-est di Hong Kong, nei Nuovi Territori più vicini alla terraferma. Cina.

In un certo senso, l’isola non è diversa da una piccola città negli Stati Uniti rurali, dove stava diventando sempre più difficile guadagnarsi da vivere dall’agricoltura e dai giovani che rimasero in massa.

I coloni originali erano una famiglia chiamata Chan, della provincia cinese del Guangdong, che coltivava il sale; il nome dell’isola significa “Little Salt Farm” in inglese.

Molti discendenti di Chan si trasferirono in più aree urbane di Hong Kong in cerca di lavoro o di un diverso modo di vivere. Altri hanno lasciato completamente la regione.

In questi giorni, Yim Tin Tsai non è più ufficialmente abbandonato. È la casa di un residente part-time, un volontario che lavora come badante. Questo rappresentante volontario e della comunità, Colin Chan, vive nella vicina città di Sai Kung e, come avrete intuito dal suo cognome, è un discendente del clan Chan.

C’è un piccolo museo e un negozio di articoli da regalo di fronte al molo dei traghetti, nonché, forse soprattutto, bagni pubblici.

Una casa abbandonata vicino al molo dei traghetti.

Una casa abbandonata vicino al molo dei traghetti.

Lilit Marcus / CNN

Per raggiungere l’isola, prendi un kaito, una piccola barca a motore in legno che viene spesso utilizzata come traghetto tra le isole più piccole, dal molo della comunità costiera di Sai Kung.

Queste barche funzionano solo nei fine settimana e nei giorni festivi, anche se se stai cercando di arrivarci durante la settimana, puoi noleggiare una barca dalle compagnie che costeggiano il lungomare.

Dopo il breve viaggio a Yim Tin Tsai (circa 15 minuti, a seconda del tempo), lascerai il molo e inizierai immediatamente a camminare attraverso una serie di case abbandonate e altri edifici.

Alcune persone hanno lasciato mobili e altri effetti personali con sé quando si sono trasferiti e anni di esposizione al clima caldo e piovoso di Hong Kong li hanno lasciati in vari stati di rovina.

Camminando lungo il sentiero, passerai davanti alle case con i loro tetti affondati, le statue del Buddha che ti guardano da finestre vuote e altre scene inquietanti.

Ma non tutto sull’isola è stato abbandonato agli elementi.

Yim Tin Tsai era molto cattolico nel suo periodo di massimo splendore.

Il sito meglio conservato dell’isola è la Cattedrale di San José, che ha uno spettacolare altare bianco e rosso all’interno.

L’edificio fu completato e consacrato nel 1890, e c’è una statua del Rev. Josef Freinademetz, un sacerdote e missionario austriaco che arrivò a Hong Kong nel 1879, nei giardini dietro di lui.

Freinademetz fondò la cappella cattolica a Yim Tin Tsai e dopo la sua morte fu canonizzato come santo da Papa Giovanni Paolo II.

Sia la Chiesa cattolica che il città di Hong Kong, che ha dichiarato la cattedrale un sito di valore storico, mantenere l’edificio.
I cattolici di Hong Kong celebrano la festa di San Freinademetz ogni anno il 29 gennaio.

I cattolici di Hong Kong celebrano la festa di San Freinademetz ogni anno il 29 gennaio.

Lilit Marcus / CNN

C’è un’altra innovazione che appare in Yim Tin Tsai in questi giorni: un progetto artistico che utilizza vetrate per rappresentare scene della vita tipica del villaggio.

Le finestre di vetro, raffiguranti scene come le cerimonie nuziali tradizionali e la coltivazione del sale, sono uno dei tanti nuovi progetti sull’isola che sono emersi a seguito dell’inaugurazione. Yim Tin Tsai Arts Festival nel 2019

Ci sono speranze di organizzare un secondo festival annuale nel 2020, sebbene la pandemia di coronavirus possa sospendere tali piani.

Ad ogni modo, è chiaro che Yim Tin Tsai ha acquisito una seconda vita ben oltre i suoi giorni di raccolta del sale.

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *